IndicePuntato - Politica, donne, arte, costumi: 150 anni di caricature

15.07. - 22.10.2017

Ragnvald Blix, Un buongustaio, 1913 © Ragnvald & Ida Blix’ Fond, Copenhagen, e collezione Seeber Vipiteno

Vernissage: 14 luglio 2017, ore 19

Orari d'apertura estivi (15.07. - 31.08.2017): ma - do ore 10:00 - 12:00 & ore 15:00 - 18:00

Orari d'apertura: ma – ve ore 15:00 – 18:00 & sa - do ore 10:00 – 12:00

La matita da disegno come indice che punta sul bene e sul male, sul paradossale e contraddittorio nella vita quotidiana, sul falso orgoglio, sulla finta onestà, sull’avidità camuffata. Questo indice preme proprio sui punti dolenti della società, sui suoi punti deboli, espone i potenti allo scherno altrui. I caricaturisti puntano l’indice e dunque sono anche delatori.

La mostra “Puntare l’indice” offre con le sue 111 opere esposte una rassegna di 150 anni di arte critico-satirica. In primo piano nella lotta contro politici, speculatori e azzeccagarbugli troviamo le caricature di Honoré Daumier, Wilhelm Schulz, Erich Schilling, Th. Th. Heine e George Grosz. Inoltre i visitatori vengono confrontati con immagini critiche di Eduard Thöny, Paul Flora e IRONIMUS Gustav Peichl sulla storia politica dell’Alto Adige dal 1919.

Della donna come soggetto per proiettare paure, amori e irrisioni trattano i disegni di Mathilde Ade, Eberhard von Kleydorff, Alfred Kubin e Leo Putz. J. B. Engl fornisce tratteggiature e frecciatine anticlericali, mentre con commenti satirici sull’arte ci dilettano Lyonel Feininger, Fritz von Herzmanovsky-Orlando, Th. Th. Heine e Brynolf Wennerberg.