VIE AL MUSEO 03

27 APRILE - 20 MAGGIO 2018

tl_files/stadtmuseum/images/2_Sonderausstellungen/2018/wzM03 - SAVE THE DATE -001.jpg

  tl_files/stadtmuseum/images/2_Sonderausstellungen/2018/wzM03 - SAVE THE DATE -002.jpg
   

La contaminazione della forma.
Il carattere performativo dell’architettura.

Performance “L’avventuroso e fantastico viaggio degli abitanti di Brunico verso la ‘Oberstadt’ ”: 27.04.2018 alle ore 18:30.
Punto d’incontro: Museo Civico di Brunico

Inaugurazione della mostra: 27.04.2018 alle ore 20

Durata della mostra: 28.04. – 20.05.2018

Orari d'apertura: ma – ve ore 15:00 – 18:00 & sa - do ore 10:00 – 12:00

Chiuso: 01.05.2018

Nella terza edizione dei "Percorsi al museo" la contaminazione della forma sarà registrata, visualizzata, occupata e messa a disposizione del pubblico. È quindi da considerarsi un programma contro ogni principio di regole, sia esplicite che implicite.

L’argomento è stato trattato da artisti locali e non, architetti e designer di varie età.

A dare il via all’atto performativo sarà il “rifiuto messo in atto” dalla vera e propria “popolazione brunicense”, attrice stessa del viaggio avventuroso e fantastico nella Città Alta o nella cosiddetta “Oberstadt", seguito dal collettivo di artisti LIGNA.

A seguire il carattere performativo dell’evento sarà l’inaugurazione di una mostra al Museo Civico di Brunico, dove saranno presentate opere fotografiche e cortometraggi di vari artisti, che a Brunico o altrove hanno registrato qualsiasi contaminazione eccessiva della forma.

Al contempo sarà la forma stessa ad essere contaminata ed ad infliggere su vari oggetti ed installazioni. Nuove forme contamineranno quindi quelle abitudinali per creare delle nuove.

Una performance che si terrà a chiusura mostra introdurrà quindi la seconda parte dell’evento nel quale allievi (locali e migranti) nonché scuole superiori di Brunico elaboreranno forme abitudinali, sconosciute e resistenti al aspetto esteriore con cui si configura ogni oggetto nonché l’atto performativo. In uno spettacolo teatrale sarà quindi reso tangibile il carattere performativo dell’architettura.